San Valentino alla Corte del Castello.

Venerdì 14 febbraio 2014

…San Valentino…

Aperitivo a sorpresa con bollicine e focaccia del Castello

Antipasti

Spuma di tonno

Cornetti con crescenza e prosciutto di Praga

Primo

Ravioli di Raschera e Castelrosso agli aromi

Secondo

Filetto di maiale all’arancia con mele caramellate

Dessert

Torta soffice al mandarino con crema inglese

Vini selezionati

Caffè

Euro 32,00 a persona

 

La festa degli innamorati ha origine nel tentativo della Chiesa cattolica di porre fine ad un popolare rito pagano per la fertilità. Nel IV° sec a.C. i romani pagani rendevano omaggio al dio Luperco, Dio della Fertilità e Protettore del Bestiame e delle Messi. Durante il rito in suo onore, i nomi delle donne e degli uomini partecipanti venivano messi in un’urna, mescolati, ed un bambino sceglieva a caso le coppie che avrebbero vissuto in intimità per un anno intero. La Chiesa era molto contraria a tutto ciò e volle trovare un uomo che sostituisse il dio Luperco e che rappresentasse l’amore, e videro in Valentino il candidato migliore. Duecento anni prima, a Roma, il vescovo Valentino, proveniente dall’attuale Terni e amico dei giovani amanti, fu invitato dall’imperatore pazzo Claudio II a convertirsi nuovamente al paganesimo. San Valentino, con dignità, decise di non rinunciare alla sua Fede, anzi, tentò imprudentemente di convertire Claudio II al Cristianesimo.

Il 24 febbraio San Valentino fu lapidato e poi decapitato.